Parental Advisory: Explicit Post

Sma|rro|na|men|to s.m. volg. slang sudpadano.
Indica un particolare stato d’animo che evoca una rottura di coglioni infinita, senza via d’uscita, con incazzatura o senza, ma preferibilmente con, accompagnato da forte desiderio di infliggere la maggior dose di sofferenza possibile a coloro che hanno causato il fenomeno. Perchè se si è smarronati di solito è sempre colpa di qualcuno.

Per esempio di quel vecchiaccio attaccato alla poltrona da secoli che ha sequestrato un’ambulanza del 118 per farsi portare alla svelta in televisione, e se ne è vantato pure. Pensiamo se contemporaneamente qualcuno avesse avuto bisogno davvero di aiuto, perchè in arresto cardiaco. Non sanno se accetteranno le dimissioni al Senato. Mavaffanculo, va.

Poi quel pezzo di merda che ha inventato il Giorno dell’Orgoglio Pedofilo da celebrare il 23 giugno. Qui il link per firmare la petizione contro. Dice che lui ha dedicato la vita all’amore per i fanciulli. Sai dove te la devi accendere la tua candela azzurra? Anzi, usane una di dinamite che ci fai un piacere. Amore disinteressato per i bambini, ma rivaffanculo.
Ancora, come tutte le sere, puntuale come la nevralgia del trigemino, l’ometto con il trabattello nelle scarpe contro la Sinistra e il Comunismo e la mona de so mare.
Il titolo del TG che suggerisce che il pilota Kubica è vivo perchè devoto di Wojtyla. Io che sono contenta per lui più che miracolo lo chiamerei più prosaicamente culo. Ma San Karol protettore delle monoposto proprio non me lo aspettavo.

Oggi mi sono sentita smarronata più del solito da tutto questo mare di idiozia, sopruso, violenza, ignoranza e sopraffazione. E’ quel mood che il mio fratello Cima chiama oppressione.

Vogliamo metterci, tra le cause, anche chi ha non ha perso l’occasione di umiliarti sul lavoro dicendoti che quello che fai tu, dopo anni che ti fai il culo a cartella (questa la capiscono solo gli installatori di condizionatori), lo potrebbe benissimo fare un’idiota (con l’accento di proposito) che è già un miracolo respiri autonomamente ma che a lui è tanto cara?
Grazie, Signore, grazie, per questo sistema di precariato di merda che permette finalmente di nuovo a delle nullità di sentire qualcosa di sodo in mezzo alle gambe. E a noi che abbiamo tanto studiato per farci pagare meno di quelle grassone di moldave del cazzo tanta riconoscenza perchè comunque uno straccio di lavoro l’abbiamo. Se ci lamentiamo, si sa, è perchè siamo invidiosi.

Io credo nel potere catartico delle immagini, in questo modo vagamente omeopatico di curare lo smarronamento, così oggi, tra la stanchezza della convalescenza e il mal di testa, è stato il giorno del ripasso di Kill Bill Vol.1 e di Uma contro gli 88 Folli, e devo dire che adesso, dopo lo spezzatino, mi sento molto, molto meglio.


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

Annunci