Dopo questo colpo di fortuna penso proprio che potrò finalmente ritirarmi in qualche resort alle Bahamas, facendo vita di spiaggia e non avendo altro pensiero che farmi scorrazzare in giro per il mondo con il mio aereo privato per spendere ogni giorno più di Victoria Beckham e Paris Hilton messe assieme.
La fortuna ha baciato non direttamente me ma mio padre e in maniera totalmente inaspettata.
Inutile dire che la generosità del mio anziano genitore, che stravede per la sua bimba e desidera farmi dono di questo malloppo, mi permetterà di fare presto questo cambio di vita a 180°.

Cari amici bloggers e lettori, temo proprio che non potrò più tenere un blog come questo. Mica per cattiveria ma perchè quando si comincia a frequentare le alte sfere l’aria si rarefà, l’ossigeno scarseggia e ‘o cervello nun vuo’ penzieri. Mi ricorderò di voi, se passate dalle Bahamas.

Dunque, dicevo della fortuna capitata alla mia famiglia grazie a questo assegno che è giunto ieri con la posta mattutina (che è poi l’unica di tutta la giornata).
Devo solo ringraziare Hera, la nota società di servizi, che si è messa una mano sulla coscienza per le salate bollette del passato e ci ha inviato questo corposo rimborso. Grazie Hera, sei un mito. Magari ne hai mandato uno anche a me pirsonalmente di pirsona!

Prima che chiamiate il 118 e il sindaco di Faenza per farmi assegnare un bel T.S.O. vi rassicuro, è tutto vero, non sono i 37.4°C di oggi pomeriggio sul mio terrazzo. La lettera che ha ricevuto mio padre è autentica. Cliccate qui per ammirarla in tutto il suo splendore. Ve lo consiglio, se oggi non vi siete ancora fatti una bella risata.

Peccato, avevo solo sognato, niente Bahamas e spese pazze. Però, la soddisfazione di andare con babbo a incassare l’assegno all’Unicredit dovendo mostrare le generalità non avendo un conto da loro me la voglio prendere. Se qualcuno vuole venire a riprendere la scena con la videocamera…


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!