Sono giustamente incazzati. Chi c’era ed ha assistito al fattaccio, chi si sente tradito dalla propria parte politica, chi osserva da lontano, ma con la voglia di prenderli tutti a sberle.
Per la cronaca, e se cliccate i link ne trovate il resoconto dettagliato, il consiglio comunale di Roma ha bocciato, con i voti determinanti dei consiglieri del PD e l’astensione di Don Abbondio Vartere, la proposta avanzata da alcuni gruppi della Sinistra, dei socialisti e dei movimenti GLBT di introdurre anche nella capitale italiana, come nelle altre del mondo civile, il registro delle unioni di fatto.
In una diligente lettera a Repubblica Don Abbondio Veltroni spiega perchè il provvedimento non è passato, parla di rispetto di varie sensibilità, come la pubblicità di un dentifricio per le gengive infiammate. Ha dimenticato solo di citare i bravi che devono avergli fatto un discorsetto in Via della Conciliazione mentre passeggiava leggendo il breviario.

La legge che regolamenta le coppie di fatto non riguarda solo le persone omosessuali anche se ovviamente loro ne avrebbero particolare esigenza, ma tutti noi come persone civili. Trovo giusto minacciare di non votare i partiti che si ostinassero a perpetrare questa odiosa discriminazione verso una parte consistente del nostro popolo. Soprattutto quelli di sinistra, che appena un prete gli fa buh! se la fanno addosso e gli vengono gli eritemi cutanei dall’angoscia di dover trovare il coraggio di andare controcorrente. Un coraggio che, Don Abbondio Veltroni insegna, se uno non lo ha non se lo può dare.

Le notizie sulla questione, le trovate solo sui blog degli amici gay. Come le informazioni sulla “Famiglia Fantasma”.
Queste informazioni e fatti, opinioni e idee non le veicola certo la TV, dove l’omosessuale al massimo è sfruttato come macchietta e spedito su un’isola a dimostrare la sua inadeguatezza alla sopravvivenza.
La stampa, assieme alla tv, poi non possono certo perdere tempo adesso con i diritti civili, impegnate come sono a celebrare i fasti della mascolinità eterosessuale, rappresentata al massimo dello chic dai presidenti che si trombano le modelle. Sai la novità.


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!