Per il governo, s’intende.

Dato che la fossa ve la siete scavata da soli tornerebbe utile anche questo libro di allegro bricolage: “Bare Fai-da-te”.

Se fossimo un popolo con un briciolo di dignità, alle prossime elezioni, che celebreranno inevitabilmente le esequie di ogni speranza di risolvere cosucce come conflitto di interessi, frequenze televisive e indipendenza del servizio pubblico radiotelevisivo dalle infiltrazioni partitiche, se fossimo un paese normale insomma, l’UDEUR di Mastella dovrebbe raccogliere percentuali da albumina e possibilmente sparire dall’arco costituzionale con ignominia.
Purtroppo dignitosi non lo siamo, solo dignitari e, nonostante la gente sia stufa marcia della casta, della politica e di tutto questo burattiname, presto riavremo una vecchia conoscenza a Palazzo Chigi. Perchè, mi dispiace, ma “la folla è femmina e le piace essere fottuta”.

Grazie, Romano, grazie per questo finale da film dell’orrore, con una nullità che, con la forza del solo dito mignolo, spinge il tuo governo nell’abisso. Governo che non ha nemmeno avuto il tempo di rimediare ai guasti del governo precedente, impegnato com’era a mettersi d’accordo con chi quei guasti li aveva creati e a non contrariarlo.

Lavorare per il Re di Prussia, si dice, e questa è stata la nostra impressione fin da subito. Sarà il governo ricordato più per ciò che poteva fare e non ha fatto che per le cose ottenute. Fino a ieri ripetevi che le cose andavano bene e il paese stava crescendo. Avevi fatto i conti senza Mastella. Mastella, ti rendi conto?

Troppo pessimista? Il morto respira ancora? Staremo a vedere ma l’unico medico che può visitare il tuo governo in agonia mi sembra ormai il necroscopo.
Morto un governo se ne fa un altro ma certe occasioni capitano solo una volta nella vita. Grazie per averci illusi.

Lameduck in pessimistic mode, full ammo


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

Annunci