La nuova filosofia della destra moderna e sdoganata, che ieri sera però si è trovata stranamente sintonizzata sulle stesse frequenze dei camerati di FN, festanti come dopo la vittoria di una coppa del mondo, è quella del “o famo Strano.
Si stappano bottiglie, si beve, si mangia carne di porco insaccata nel luogo più sacro della politica. Il manipolo che bivacca, non c’è niente da fare, viene sempre fuori. Dal Campo Hobbit al Campo Citterio.

Noi che dovremmo essere gli anarcoinsurrezionalisti, almeno riusciamo ancora a scandalizzarci vedendo in quanto spregio abbiano costoro le istituzioni italiane, della Patria, parola di cui si riempiono la bocca quando non ce l’hanno piena di mortadella.

Berlusconi, la cui piccola impresuccia famigliare oggi, grazie allo sventato pericolo della legge del Gentiloni, innocuo più di una biscia, è schizzata in Borsa guadagnando ancora qualche milionuccio, vuole le elezioni. Facendo una botta di conti della serva sono, centesimo più, centesimo meno 427 milioni di euro. Offre lui, allora? Avec le caz, direbbe Carla Bruni.
Come al solito gli italiani faranno la colletta per mantenere la casta e i suoi vizietti.

A proposito di vizietti. Stipendio di questo signore, il mangiatore di mortadella, eletto senatore a Catania, pagato da noi: 16.188,48 al mese. Più di trenta milioni delle vecchie lire.
Scommetto che anche lo spumante e il salume ce li hanno messi in conto.

Sono curiosa di sentire i lettori di destra cosa ne pensano di questa volgare scena da osteria numero venti, compiuta nel Senato della Repubblica.

Mi scuso con i fratelli musulmani per la crudezza delle immagini.


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!