“Non apriremo le porte a tutti come la sinistra, la loro è un’idea di società multietnica, la nostra idea non è così, è quella di accogliere solo chi ha le condizioni per ottenere l’asilo politico”. (Silvio Berlusconi, na sera ‘e maggio.)

Giusto per ricordare che quell’uomo non sa quel che dice, perchè altrimenti saprebbe che quegli esseri umani ricacciati in pasto ai libici sono in condizioni di ottenere l’asilo politico.

Parlando di difesa della razza. Nella rosa del Milan A.C., squadra di proprietà del presidente del consiglio, quindi sua, attualmente militano:

Dida – Brasiliano, extracomunitario, abbronzatura intensa
Keljco Kalac – Chiare origini slave ma di cittadinanza australiana, extracomunitario
Kahka Kaladze – Georgiano, extracomunitario
Marek Jankulovski – Ceco, neocomunitario
Philippe Senderos – Svizzero, ma pur sempre extracomunitario
Mathias Cardacio – Uruguagio, extracomunitario
Andrea Pirlo – Italiano ma di origini sinti
Mathieu Flamini – Francese
David Beckham – Inglese, non abbronzato, usa la crema SPF 40
Pato – Brasiliano, extracomunitario
Clarence Seedorf – Suriname, extracomunitario, a-a-bbronzatissimo!
Viudez Tabaré – Uruguagio, extracomunitario
Kakà – Brasiliano, extracomunitario
Andriy Shevchenko – Ucraino, extracomunitario, tintarella di luna
Ronaldinho – Brasiliano, extracomunitario, abbronzatura intensa all’olio di cocco

14 stranieri e 14 italiani. Una società multietnica perfetta.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Annunci