Forse ho trovato il sistema per liberarmi dai vecchi molesti. Da oggi, come parte della resistenza antitroll, mi dedicherò alla pubblicazione di figaccioni succulenti e doverosamente svestiti. Sempre più svestiti, senza disdegnare il full monty. Siete avvertiti.
Non c’è niente che allontani meglio i celoduristi per sentito dire del confronto con il giovane maschio dominante. L’etologia non dovrebbe sbagliare, se Danilo Mainardi non mi ha raccontato delle balle, all’università.

A parte tutto ci voleva, dopo la pubblicazione su questo blog degli orrori del Giulianone ignudo e del Cavaliere incipriato e pancakizzato. Ohibò, a tutto c’è un limite.
Giusto per ristabilire un minimo di canone estetico, vai con qualche esemplare di pregio della serie “ritratti della salute”.

Prima puntata dedicata a questi nerboruti contadinotti svizzeri, protagonisti di un calendario in fase di pubblicazione nella Confederazione Elvetica e scovati oggi sulla Repubblica online.

A chi non verrebbe voglia di chiudere l’ufficio ed andare a mungere qualche Frisona, fregandosene del raffreddore da fieno, con il forzuto sollevatore di balle Thomas, il biondo, e l’altro figlio brunocrinito di Basilea che cinge amorevolmente la bestiola con una specie di Manovra di Heimlich?
Caro Adrian, mentre la capretta fa ciao a tutti, sopratutto a luciano e ur_ca, posso essere la tua Heidi?


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!