Ieri, per un “Maroni Assassino” vergato su un cartello, l’italiano dei valori Zazzera ha avuto due giornate di squalifica. Gli insulti tra avversari normalmente si sanzionano con l’espulsione e una giornata di squalifica.
Qualche giorno fa invece il ministro La Russa sfancula in piena azione di gioco il presidente della Camera, cioè l’arbitro, e riceve per sanzione solo un richiamo, un buffetto. Normalmente, per una grave ingiuria rivolta all’arbitro c’è il cartellino rosso e da due a tre turni di squalifica.  
Ad ogni modo, una settimana dopo il La Russa graziato vola a Milano (con un aereo di stato?) per vedere l’Inter prendere 5 palle 5 in casa dallo Schalke 04 (Champions, auf wiedersehen).
Più della sudditanza psicologica poté la giustizia divina.
Annunci