Siamo sicuri che iddu ritorni dalla Romania? Potrebbe essere il primo caso di premier autodelocalizzatosi all’Est. Non per voler male ai rumeni (già, che mi hanno fatto, in fondo?) ma potrebbe colà riciclarsi, portandosi dietro anche ‘a famigghia, il partito al completo e le papigirls. Ad Antigua potrebbe solo fare il mantenuto di sé stesso, mentre in Romania qualche chance politica, chissà. 
Ma forse sto sottovalutando gli amici di Bucarest (che hanno avuto Ceausescu, non dimentichiamolo) e me ne scuso. Solo gli italiani, una parte sempre meno consistente, per fortuna, crede ancora che il cazzaro di Arcore possa combinare qualcosa di buono in zona Cesarini. Non l’hanno ancora capito che quel famoso qualcosa di buono se non l’ha ancora fatto è perché non lo farà mai. Tra parentesi, leggere i commenti dei lettori del “Giornale” in queste ore è meglio che avere un Rabbit impazzito nelle mutandine.
Non parliamo di lui, però, che stasera mi sa che sarà crollo anche nelle parti basse nonostante la protesi peniena. Del resto temo che perfino la pompetta abbia votato Pisapia. E la Lega da stasera non ce l’ha più duro ma bazzotto. Niente bunga bunga, il casino è chiuso per crollo imminente. Capita alle costruzioni abusive.
Se la nave affonda, si sa, le zoccole abbandonano la nave. Mi dispiace per Bondi, che mi ha deluso. Avrei giurato che avrebbe offerto il proprio petto al plotone d’esecuzione, invece è stato il primo a saltare sulla scialuppa di salvataggio. Spero non mi deluda Fede. Anzi, scrivo queste note alla svelta perché non voglio perdermi la faccia da trigesima che avrà stasera. 
Dico la verità, su Milano avrei scommesso la vittoria di Pisapia. Infatti ho quasi azzeccato il risultato finale: 55,1% Pisapia, 44,9 % Mamma di Batman (io davo la M.d.B al 46%.) ma il cappotto di De Magistris a Napoli proprio non me lo sarei aspettato. Pensate se Gigi D’Alessio avesse cantato a Milano!
E’ disfatta per Silviuzzu anche a Cagliari, Trieste, Grosseto, Novara, Mantova e Pavia. Per tacer di Arcore, dove ha vinto una signora sindaco di centrosinistra. Non so dove abbia precisamente la residenza iddu ma, in ogni caso, o lei o Pisapia, possono firmargli il T.S.O. Sempre che, proseguendo nel delirio ambientato nella Seconda Guerra Mondiale, e scartata la delocalizzazione in Romania o l’esilio ad Antigua, non si giunga al gran finale nel bunker, per il quale è già stata scelta l’arma: il cetriolo infetto.

Dimenticavo, ecco un’immagine del nuovo volto di Milano in mano all’integralismo islamico. Dedicata, con mucho gusto, ai berlusconidi rettiliani, ovunque essi siano. Signori, ecco a voi la Fiera dei Dubaj Dubaj.