“Che la corte di cassazione fosse di sinistra non lo scopriamo oggi. Ha fatto un colpo di mano e questo è inaccettabile , ma per fortuna ci siamo noi : CHE NESSUNO VADA A VOTARE, è la nostra arma! Silvio ha già detto come la pensa sulla suprema (?) corte e le riforme istituzionali appena annunciate dovranno impedire che un organismo CHE NESSUNO HA ELETTO vada contro il volere del governo. La sentenza è grave e lesiva dei poteri del governo e fallirà senz’altro – il quorum non verrà mai raggiunto – ma questo non ne sminuisce la carica eversiva. Discorso a parte merita l’informazione : é semplicemente folle che la TV di stato pagata con i nostri soldi faccia informazione sui referendum del manettaro : se vuole farsi propaganda SE LA PAGHI CON I SUOI SOLDI. Nel merito: la gente non può votare su cose che non capisce e che devono essere lasciate agli esperti : non stiamo discutendo di come dipingere la facciata di un condominio, stiamo parlando del nostro futuro sviluppo!” 
(anonimo lettore del “Giornale” di oggi)

Quattro SI il 12-13 giugno. Possiamo dargli il colpo di grazia con l’arma della democrazia, con l’espressione di quel voto popolare di cui tante volte si è riempito abusivamente la bocca. Dobbiamo vincere ancora questa battaglia e forse potremo fare un pensierino sulla guerra. 
Questo anonimo papiminkia in fondo non ha colpa, perché ha appena letto un giornale, non clandestino ma regolarmente venduto in edicola, sul quale è pubblicato un articolo intitolato, senza vergogna, “Colpo di mano della Cassazione – Si al referendum sul nucleare”. L’ignoranza del lettore, per carità, è legittima, quella (condita da un bel po’ di disonestà intellettuale)  di coloro che dovrebbero fare informazione è imperdonabile.
Annunci