You are currently browsing the category archive for the ‘bambole’ category.

Guardate bene il tizio qui sopra. Non è rimasto secco guardando una puntata di “Porta a Porta”, non è una di quelle simpatiche statue viventi che stanno per ore ferme e immobili come un semaforo per raccogliere qualche spicciolo, è proprio finto, di puro silicone, un bambolone.
Purtroppo è proprio una sex doll, ovvero l’alternativa di lusso a quegli orrendi affari gonfiabili con il coso che frulla e la bocca a culo di gallina, e che dovrebbe servire per farci tutto quello che si fa con un uomo. In teoria.
Si chiama Charlie ed è l’unico, vedremo poi perchè, bambolo maschio in vendita, al modico prezzo di $ 5000,00 nel sito RealDoll.com, pieno invece di bambole femmine per tutti i gusti, di tutti i colori e misure.

Loro, le femmine, sono bellissime, delle Barbione gigantesche con in più quella cosina che ti chiedevi sempre come mai nella Barbie non ci fosse. Noi che siamo cresciute smanacciando le tette e il culo della Barbie per anni, appunto, ritorniamo in fondo bambine. Ammirate e anche invidiose di tanta perfezione, come lo eravamo di quella stronza dal culo ritto, creata per inculcarci l’idea che bisogna essere perfette, fino a sembrare di plastica. Queste bambolone almeno, in confronto a certe “rifatte” che girano, sembrano perfino più naturali.

Parlando con un amico stamattina egli notava come, a fronte dell’ingente investimento iniziale, ci si ritroverebbe con una che non mangia, non beve, non parla (soprattutto), non spende soldi e, soprattutto, non straccia i maroni. Ecco, questa è la triste realtà per la quale il maschio potrebbe anche, al limite, concepire il trip della bambolona.

Ma Charlie, il bambolone, che effetto fa sulle ragazze? Sinceramente, anche se rispetto a Ken non gli manca proprio nulla e viene accessoriato addirittura in sei misure diverse ( ellapéppa!), a me fa vomitare.
Già il modo in cui viene presentato: stravaccato sul divano, con una birra in mano. Grazie, ci bastano quelli che respirano. Si, ma lui resta lì buono e non ti strappa il telecomando facendoti perdere il finale del thriller perchè comincia la Domenica Sportiva. Non lascia i calzini in giro, non lascia alzata la tavoletta del water e nemmeno ti fa fretta perchè ha fame e non hai ancora cucinato. Pensaci bene.
Niente da fare, ha l’espressione da deficiente. Peggio, sembra che gli abbiano tagliato la testa e poi riattaccata. Che orrore!

L’uomo, anche se a volte è molesto come una mosca cavallina, non è fatto per essere passivo e a noi non piacerebbe nemmeno. Pensa, stare tutta una sera accanto sul divano e lui che non allunga nemmeno una mano. E soprattutto che a letto non russa, lasciandoti senza quel dolce muggire pallido e assorto che ti concilia il sonno. La terza sera lo sbatteresti giù dalla finestra.

A noi piacciono vivi, e soprattutto imperfetti. Ecco perchè Charlie, nonostante la generosa attrezzeria, sul mercato non tira.
Perchè questa deriva pornografica stasera? Perchè dopo tanta politica avevo bisogno di qualcosa di serio. E poi, dopo aver visto il conducator del TG1 vestito in gessato come uno dei “Bravi ragazzi” presentare un servizio del TG4 in onda sul TG1 con un Berlusconi di silicone che, grazie ad un abile gioco di montaggio e di sponda della giornalista, diceva che la crisi americana è colpa di Prodi, con il naso che gli si allungava fino alla sesta misura, dopo tutto questo, non rimane che un po’ di sana pornografia.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Flickr Photos

onlookers

Renzistein Junior

Von Trierweiler's Nymphomaniac

Eurodeliri

Altre foto

Blog Stats

  • 82,002 hits

Categorie