You are currently browsing the category archive for the ‘bettie page’ category.

(Bettie Page 1923-2008)

Ve l”ho detto, non mi va di festeggiare. Non partecipo al gioco insulso del “questo anno è stato orribile, speriamo nel prossimo”. Per me quest’anno è stato buono, forse addirittura ottimo e il futuro lo affronto giorno per giorno e con fatalismo. Que sera, sera. Tutto il resto è superstizione.
Mi fa ridere come sempre il fatto che noi aspettiamo la mezzanotte con tanto di countdown (vi ho già detto quanto lo odio?) e stando bene attenti a non stappare la bottiglia prima del tempo, mentre ad Auckland e Sidney sono già nel 2009 da ore, quindi il nostro spumante è un qualcosa di puramente relativo, alla faccia di Marcello Pera.
L’unica cosa positiva del Capodanno è che, tra poche ore, sarà finito.

Chiudo l’anno curandomi il mal di stomaco provocatomi dall’ascolto oggi per radio del ministro Frattini (chissà se le enormità che dice le crede veramente?) e di parlamentari che sembravano parlare più da una succursale della Knesset che dal Parlamento italiano. Ragazzi come siamo bravi noi italiani a stare attenti a non avere mai una nostra opinione.

Non parlano più dei morti palestinesi, il contatore si deve essere bloccato. Siamo fermi ad un generico “più di 360”. Peccato che i bombardamenti continuino, come orgogliosamente ci fanno vedere nei filmati su YouTube gli israeliani, con le nuvolette che esplodono sopra le case di Gaza. Ogni nuvoletta, un pezzetto di problema palestinese che se ne va, puf!
Su Informazione Corrotta, intanto, non ci crederete, ma è il solito piagnisteo su come sono antisemiti ed antiisraeliani i media italiani. E pensare che Pagliara si agita tanto per loro ogni sera, instancabile, e che in Parlamento la più moderata nell’amore per “l’unica democrazia del medioriente con licenza d’uccidere” è la Fiamma (nel senso della Nirenstein). Ingrati.

Il Papa, con sprezzo del ridicolo, ha parlato di sobrietà, vestito tutto d’oro zecchino e assiso sul trono anch’esso sbrilluccicante.
Napolitano ha tenuto il discorso di fine anno a reti berlusconiane unificate. Deve aver detto cose memorabili perchè non me ne ricordo nemmeno una.

Domani saremo nel 2009, il mondo farà sempre schifo lo stesso e io avrò ancora il mal di stomaco.
Bisogna dirlo, il Maalox non è più efficace come una volta.

Ad ogni modo, siccome non posso far finta che non sia il 31 dicembre, e visto che me li avete già fatti in tanti, AUGURI a tutti voi, con una bella immagine ed un ricordo di Bettie Page, l’unica donna al mondo che riusciva a far diventare sexy la frangia tagliata con la coppetta. Che Dio la benedica, ovunque lei sia!

Un bacio da Lameduck


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

(Bettie Page 1923-2008)

Ve l”ho detto, non mi va di festeggiare. Non partecipo al gioco insulso del “questo anno è stato orribile, speriamo nel prossimo”. Per me quest’anno è stato buono, forse addirittura ottimo e il futuro lo affronto giorno per giorno e con fatalismo. Que sera, sera. Tutto il resto è superstizione.
Mi fa ridere come sempre il fatto che noi aspettiamo la mezzanotte con tanto di countdown (vi ho già detto quanto lo odio?) e stando bene attenti a non stappare la bottiglia prima del tempo, mentre ad Auckland e Sidney sono già nel 2009 da ore, quindi il nostro spumante è un qualcosa di puramente relativo, alla faccia di Marcello Pera.
L’unica cosa positiva del Capodanno è che, tra poche ore, sarà finito.

Chiudo l’anno curandomi il mal di stomaco provocatomi dall’ascolto oggi per radio del ministro Frattini (chissà se le enormità che dice le crede veramente?) e di parlamentari che sembravano parlare più da una succursale della Knesset che dal Parlamento italiano. Ragazzi come siamo bravi noi italiani a stare attenti a non avere mai una nostra opinione.

Non parlano più dei morti palestinesi, il contatore si deve essere bloccato. Siamo fermi ad un generico “più di 360”. Peccato che i bombardamenti continuino, come orgogliosamente ci fanno vedere nei filmati su YouTube gli israeliani, con le nuvolette che esplodono sopra le case di Gaza. Ogni nuvoletta, un pezzetto di problema palestinese che se ne va, puf!
Su Informazione Corrotta, intanto, non ci crederete, ma è il solito piagnisteo su come sono antisemiti ed antiisraeliani i media italiani. E pensare che Pagliara si agita tanto per loro ogni sera, instancabile, e che in Parlamento la più moderata nell’amore per “l’unica democrazia del medioriente con licenza d’uccidere” è la Fiamma (nel senso della Nirenstein). Ingrati.

Il Papa, con sprezzo del ridicolo, ha parlato di sobrietà, vestito tutto d’oro zecchino e assiso sul trono anch’esso sbrilluccicante.
Napolitano ha tenuto il discorso di fine anno a reti berlusconiane unificate. Deve aver detto cose memorabili perchè non me ne ricordo nemmeno una.

Domani saremo nel 2009, il mondo farà sempre schifo lo stesso e io avrò ancora il mal di stomaco.
Bisogna dirlo, il Maalox non è più efficace come una volta.

Ad ogni modo, siccome non posso far finta che non sia il 31 dicembre, e visto che me li avete già fatti in tanti, AUGURI a tutti voi, con una bella immagine ed un ricordo di Bettie Page, l’unica donna al mondo che riusciva a far diventare sexy la frangia tagliata con la coppetta. Che Dio la benedica, ovunque lei sia!

Un bacio da Lameduck


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Flickr Photos

onlookers

Renzistein Junior

Von Trierweiler's Nymphomaniac

Eurodeliri

Altre foto

Blog Stats

  • 81,651 hits

Categorie