You are currently browsing the category archive for the ‘psichiatria’ category.

Basta con questa tv che mi dileggia solo. Anche lì c’è la mano dell’opposizione. La verità è che la sinistra vuole quattro anni e mezzo di campagna elettorale. Polemizzano solo, soffiano sulla protesta. Lo stanno facendo pure con l’Alitalia. Mi insultano infischiandosene degli interessi del Paese.”

Delirio di persecuzione.

“Certo ed è [Lula, ndr] d’accordo con me nel considerare decisivo risolvere immediatamente la crisi missilistica. E’ ancora più importante della crisi delle borse. Se si continua a puntare le armi uno contro l’altro, allora si fa un alto indietro alla Guerra Fredda. Una cosa pazzesca. Per questo mi sto impegnando in un’opera di mediazione e Obama è il primo a sapere che nessuno come me può aiutarlo”.

Delirio di grandezza.

«In tutto il mondo io trovo grandissima considerazione tra i miei interlocutori, poi torno in Italia, apro la televisione e non c’è uno spettacolo della Rai, anche di intrattenimento, in cui io non sia o preso in giro o oltraggiato. E altre tv fanno la stessa cosa. Per fortuna io continuo a fare il mio dovere e vado avanti pensando di fare il bene del Paese. Le tv “mi dileggiano” e “la presa per il c… sta diventando un’abitudine insopportabile».

Delirio di grandezza e persecuzione.

P.S. Ha ragione, basta prenderlo ogni sera per il cuculo.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Basta con questa tv che mi dileggia solo. Anche lì c’è la mano dell’opposizione. La verità è che la sinistra vuole quattro anni e mezzo di campagna elettorale. Polemizzano solo, soffiano sulla protesta. Lo stanno facendo pure con l’Alitalia. Mi insultano infischiandosene degli interessi del Paese.”

Delirio di persecuzione.

“Certo ed è [Lula, ndr] d’accordo con me nel considerare decisivo risolvere immediatamente la crisi missilistica. E’ ancora più importante della crisi delle borse. Se si continua a puntare le armi uno contro l’altro, allora si fa un alto indietro alla Guerra Fredda. Una cosa pazzesca. Per questo mi sto impegnando in un’opera di mediazione e Obama è il primo a sapere che nessuno come me può aiutarlo”.

Delirio di grandezza.

«In tutto il mondo io trovo grandissima considerazione tra i miei interlocutori, poi torno in Italia, apro la televisione e non c’è uno spettacolo della Rai, anche di intrattenimento, in cui io non sia o preso in giro o oltraggiato. E altre tv fanno la stessa cosa. Per fortuna io continuo a fare il mio dovere e vado avanti pensando di fare il bene del Paese. Le tv “mi dileggiano” e “la presa per il c… sta diventando un’abitudine insopportabile».

Delirio di grandezza e persecuzione.

P.S. Ha ragione, basta prenderlo ogni sera per il cuculo.

http://www.seeqpod.com/cache/seeqpodSlimlineEmbed.swf


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

“Recitar! Mentre preso dal delirio
non so piu quel che dico
e quel che faccio!”
(“Pagliacci”, R. Leoncavallo)

Esame a quiz per il superamento dell’esame di Psichiatria Senile. Valido per il nuovo corso di laurea ultrarapida in sei esami e mezza tesi in Psichiatria, per risparmiare e contenere i costi dell’istruzione universitaria. Numero di iscritti, almeno 60.000, se no non conviene.

“Tenuto presente che siamo prossimi al mese di novembre, tipicamente a rischio acting-out per il paziente psichiatrico e che trattasi di soggetti anziani, indicare la causa più probabile della sintomatologia delirante presentata nei seguenti casi clinici”.

Caso 1. Il paziente SB vuole la polizia nelle scuole ma anche no.
a) soffre del disturbo di scissione schizo-divisionista di Walter-Veltrony;
b) soffre di amnesia anterograda (è incapace di formare nuovi ricordi), sintomo post-ischemico o degenerativo demenziale;
c) è solo un bugiardo.

Caso 2. Il paziente FC manifesta il desiderio di nuocere agli studenti e vorrebbe sentire il suono delle sirene delle ambulanze la mattina presto.
a) si è confuso, voleva dire “l’odore del napalm”, delirio cinematografico;
b) è il solito messaggio in codice;
c) si consiglia il trattamento sanitario obbligatorio.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

“Recitar! Mentre preso dal delirio
non so piu quel che dico
e quel che faccio!”
(“Pagliacci”, R. Leoncavallo)

Esame a quiz per il superamento dell’esame di Psichiatria Senile. Valido per il nuovo corso di laurea ultrarapida in sei esami e mezza tesi in Psichiatria, per risparmiare e contenere i costi dell’istruzione universitaria. Numero di iscritti, almeno 60.000, se no non conviene.

“Tenuto presente che siamo prossimi al mese di novembre, tipicamente a rischio acting-out per il paziente psichiatrico e che trattasi di soggetti anziani, indicare la causa più probabile della sintomatologia delirante presentata nei seguenti casi clinici”.

Caso 1. Il paziente SB vuole la polizia nelle scuole ma anche no.
a) soffre del disturbo di scissione schizo-divisionista di Walter-Veltrony;
b) soffre di amnesia anterograda (è incapace di formare nuovi ricordi), sintomo post-ischemico o degenerativo demenziale;
c) è solo un bugiardo.

Caso 2. Il paziente FC manifesta il desiderio di nuocere agli studenti e vorrebbe sentire il suono delle sirene delle ambulanze la mattina presto.
a) si è confuso, voleva dire “l’odore del napalm”, delirio cinematografico;
b) è il solito messaggio in codice;
c) si consiglia il trattamento sanitario obbligatorio.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

“Recitar! Mentre preso dal delirio
non so piu quel che dico
e quel che faccio!”
(“Pagliacci”, R. Leoncavallo)

Esame a quiz per il superamento dell’esame di Psichiatria Senile. Valido per il nuovo corso di laurea ultrarapida in sei esami e mezza tesi in Psichiatria, per risparmiare e contenere i costi dell’istruzione universitaria. Numero di iscritti, almeno 60.000, se no non conviene.

“Tenuto presente che siamo prossimi al mese di novembre, tipicamente a rischio acting-out per il paziente psichiatrico e che trattasi di soggetti anziani, indicare la causa più probabile della sintomatologia delirante presentata nei seguenti casi clinici”.

Caso 1. Il paziente SB vuole la polizia nelle scuole ma anche no.
a) soffre del disturbo di scissione schizo-divisionista di Walter-Veltrony;
b) soffre di amnesia anterograda (è incapace di formare nuovi ricordi), sintomo post-ischemico o degenerativo demenziale;
c) è solo un bugiardo.

Caso 2. Il paziente FC manifesta il desiderio di nuocere agli studenti e vorrebbe sentire il suono delle sirene delle ambulanze la mattina presto.
a) si è confuso, voleva dire “l’odore del napalm”, delirio cinematografico;
b) è il solito messaggio in codice;
c) si consiglia il trattamento sanitario obbligatorio.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

http://www.youtube.com/v/PH4gJWCV-8U&hl=it

Don Giovanni sfida apertamente il fantasma della sua vittima di duello, il Commendatore, invitandolo a cena. Il Commendatore si presenta effettivamente nel bel mezzo di un banchetto e invita Giovanni a pentirsi dei suoi peccati ma egli persevera nel prendersi gioco del vecchio rifiutando qualunque atto di contrizione.
Don Giovanni è l’emblema dell’uomo che vive in perenne stato di menzogna (inganna sistematicamente le donne che seduce), di sfida all’ordine costituito (disgrega legami matrimoniali e si avvale dello jus primae noctis) e di dispregio della legge e dell’autorità.
Siccome agisce solo per il proprio piacere non è un rivoluzionario ma solo un egocentrico. narcisista. Mozart e Da Ponte riservano a Don Giovanni una giusta punizione, che giunge al termine di un fenomenale duetto tra Uomo e Dio, Vita e Morte, Padre e Figlio. Il Commendatore trascina Giovanni con sè all’Inferno, sotto gli occhi atterriti del servo Leporello.

“La pseudologia fantastica passa, grazie alla spiegazione psicodinamica, dall’essere considerata un semplice peccato, ad un fenomeno complesso che ritroviamo in situazioni al limite con la normalità.
Rispetto ad una possibile diagnosi differenziale tra forme strettamente psicogene e stati a spiccata componente organica, Jaspers individua che nelle prime una contraddizione troppo grande con le condizioni reali tronca improvvisamente la realtà fantastica cosa che non si verifica nelle situazioni in cui prevale l’aspetto organico.
Bleuler fa notare che a differenza dei confabulanti e degli allucinati della memoria, i malati con pseudologia fantastica per periodi di varia durata possono anche non accorgersi di vivere in un mondo di sogni e la domanda “è reale o non è reale?” non emerge affatto nel fluire del pensiero. Al contrario, alcuni soggetti sono così persuasi della realtà della loro costruzione fantastica e dotati di un grande talento nell’interpretare conseguentemente una parte che diventano capaci di ingannare facilmente altre persone col rischio di diventare abili truffatori.
In queste situazioni appare chiaro che la costruzione fantastica, la menzogna a se stessi, rappresenta il mezzo per ottenere ciò che si desidera senza ritardi o interferenze ma, affinchè il desiderio sia totalmente appagato, lo stato di coscienza deve essere alterato al punto che non esista più la consapevolezza”. (fonte)

Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti è puramente casuale.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Don Giovanni sfida apertamente il fantasma della sua vittima di duello, il Commendatore, invitandolo a cena. Il Commendatore si presenta effettivamente nel bel mezzo di un banchetto e invita Giovanni a pentirsi dei suoi peccati ma egli persevera nel prendersi gioco del vecchio rifiutando qualunque atto di contrizione.
Don Giovanni è l’emblema dell’uomo che vive in perenne stato di menzogna (inganna sistematicamente le donne che seduce), di sfida all’ordine costituito (disgrega legami matrimoniali e si avvale dello jus primae noctis) e di dispregio della legge e dell’autorità.
Siccome agisce solo per il proprio piacere non è un rivoluzionario ma solo un egocentrico. narcisista. Mozart e Da Ponte riservano a Don Giovanni una giusta punizione, che giunge al termine di un fenomenale duetto tra Uomo e Dio, Vita e Morte, Padre e Figlio. Il Commendatore trascina Giovanni con sè all’Inferno, sotto gli occhi atterriti del servo Leporello.

“La pseudologia fantastica passa, grazie alla spiegazione psicodinamica, dall’essere considerata un semplice peccato, ad un fenomeno complesso che ritroviamo in situazioni al limite con la normalità.
Rispetto ad una possibile diagnosi differenziale tra forme strettamente psicogene e stati a spiccata componente organica, Jaspers individua che nelle prime una contraddizione troppo grande con le condizioni reali tronca improvvisamente la realtà fantastica cosa che non si verifica nelle situazioni in cui prevale l’aspetto organico.
Bleuler fa notare che a differenza dei confabulanti e degli allucinati della memoria, i malati con pseudologia fantastica per periodi di varia durata possono anche non accorgersi di vivere in un mondo di sogni e la domanda “è reale o non è reale?” non emerge affatto nel fluire del pensiero. Al contrario, alcuni soggetti sono così persuasi della realtà della loro costruzione fantastica e dotati di un grande talento nell’interpretare conseguentemente una parte che diventano capaci di ingannare facilmente altre persone col rischio di diventare abili truffatori.
In queste situazioni appare chiaro che la costruzione fantastica, la menzogna a se stessi, rappresenta il mezzo per ottenere ciò che si desidera senza ritardi o interferenze ma, affinchè il desiderio sia totalmente appagato, lo stato di coscienza deve essere alterato al punto che non esista più la consapevolezza”. (fonte)

Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti è puramente casuale.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Don Giovanni sfida apertamente il fantasma della sua vittima di duello, il Commendatore, invitandolo a cena. Il Commendatore si presenta effettivamente nel bel mezzo di un banchetto e invita Giovanni a pentirsi dei suoi peccati ma egli persevera nel prendersi gioco del vecchio rifiutando qualunque atto di contrizione.
Don Giovanni è l’emblema dell’uomo che vive in perenne stato di menzogna (inganna sistematicamente le donne che seduce), di sfida all’ordine costituito (disgrega legami matrimoniali e si avvale dello jus primae noctis) e di dispregio della legge e dell’autorità.
Siccome agisce solo per il proprio piacere non è un rivoluzionario ma solo un egocentrico. narcisista. Mozart e Da Ponte riservano a Don Giovanni una giusta punizione, che giunge al termine di un fenomenale duetto tra Uomo e Dio, Vita e Morte, Padre e Figlio. Il Commendatore trascina Giovanni con sè all’Inferno, sotto gli occhi atterriti del servo Leporello.

“La pseudologia fantastica passa, grazie alla spiegazione psicodinamica, dall’essere considerata un semplice peccato, ad un fenomeno complesso che ritroviamo in situazioni al limite con la normalità.
Rispetto ad una possibile diagnosi differenziale tra forme strettamente psicogene e stati a spiccata componente organica, Jaspers individua che nelle prime una contraddizione troppo grande con le condizioni reali tronca improvvisamente la realtà fantastica cosa che non si verifica nelle situazioni in cui prevale l’aspetto organico.
Bleuler fa notare che a differenza dei confabulanti e degli allucinati della memoria, i malati con pseudologia fantastica per periodi di varia durata possono anche non accorgersi di vivere in un mondo di sogni e la domanda “è reale o non è reale?” non emerge affatto nel fluire del pensiero. Al contrario, alcuni soggetti sono così persuasi della realtà della loro costruzione fantastica e dotati di un grande talento nell’interpretare conseguentemente una parte che diventano capaci di ingannare facilmente altre persone col rischio di diventare abili truffatori.
In queste situazioni appare chiaro che la costruzione fantastica, la menzogna a se stessi, rappresenta il mezzo per ottenere ciò che si desidera senza ritardi o interferenze ma, affinchè il desiderio sia totalmente appagato, lo stato di coscienza deve essere alterato al punto che non esista più la consapevolezza”. (fonte)

Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti è puramente casuale.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

Capita molto spesso a noi psicologi di domandarci qual è il nostro ruolo nel mondo, soprattutto quando, durante un’amabile conversazione e la dichiarazione pubblica della nostra specializzazione, ci viene chiesto di dare significato ad un sogno ricorrente che affligge il nostro interlocutore.
Cinque anni di studio, una laurea dopo 25 esami, compresi quelli di Statistica, Logica, Intelligenza Artificiale e Fondamenti Anatomo-fisiologici dell’Attività Psichica, magari un’analisi personale di minimo quattro anni, corsi di specializzazione e forse siamo buoni appena appena come consulenti per il Banco Lotto.

Non importa, io mi diverto a queste domande, in fondo li puoi sempre scandalizzare andando giù pesante con la simbologia sessuale. “Eh, signora mia, se lei sogna sempre di essere in un campo di cetrioli vuol dire…”

Dovremmo in teoria essere coloro che raccontano i misteri della mente e aiutano gli altri a stare meglio con loro stessi ma qui non siamo in America, dove siamo tenuti in considerazione e rispettati. l’Italia clerico-fascista ci ha sempre visto come una specie di strumento del demonio demoplutogiudaicomassonico. Capita addirittura che, nel paese dei maghi, degli astrologi e delle cartomanti ad un euro e cinquanta al minuto ci dicano che la psicologia non è una scienza riconosciuta.

Con gli psichiatri è partita persa in partenza, come quando c’era Moggi. Con le loro pillole hanno sempre ahimé la soluzione migliore e poi loro curano i matti veri, non quelli che hanno solo le paturnie. Nonostante questa indiscussa superiorità sul campo non capisco perché quando ti scappa un “collega”, loro e tutta la casta medica dal proctologo all’ortopedico per la verità, ti guardano con quella faccia schifata e corrono a lavarsi le mani. Sembrano dirti che loro sono dottori, noi dottori del cazzo.

A proposito, quando vado in libreria e mi aggiro nel settore “Manuali”, mi sento ancora peggio che dopo un coming out con un collega medico.
Come possiamo competere con la psicologia fai-da-te, la manualistica (da mano?), ovvero la Psicologia Pugnettistica? Funziona così: compri il libro, ne discuti tra te e te e ti togli il pensiero.

Si contano ancora i danni provocati dai libri che inneggiavano all’Orgasmo Multiplo e alla ricerca del mitico Punto G, con orde di infelici che poi venivano perfino da noi psicologi credendo di essere degli anormali non avendolo trovato ma non importa, ci sarà sempre un nuovo manuale da consultare. Qualche esempio a caso, con il sesso che la fa da padrone, ovviamente:

“203 modi per farlo impazzire a letto”, “Unico corso avanzato per farlo impazzire a letto (L’)” (ci sono anche la versioni al femminile), “Perchè gli Uomini Vengono Così in Fretta e le Donne Fanno Sempre Finta”, “Sexploration – Giochi proibiti per coppie. Istruzioni per l’uso”, “Tanta, la via dell’Estasi Sessuale”.
Il tuo lui o lei ti ha lasciato e ti senti di merda? “Come Riconoscere l’altra Metà della Mela Evitando il Bruco. Prevenzione e cura delle fregature sentimentali”.
“Vicini di Cuore – Parole, sesso ed emozioni: manuale di manutenzione dell’amore” (proprio così, manutenzione, come la caldaia), “Fallo felice. Da donna a donna: tecniche esplicite per farlo impazzire sul pavimento, sul tavolo di cucina, o più semplicemente a letto”.

Ci sono poi manuali che insegnano a vincere la timidezza, ad avere successo, a conquistare i colleghi di lavoro, a combattere i colleghi di lavoro, ad avere la meglio sui superiori. Ogni problema costa dai 10 ai 15 euro.
Chi scrive questi manuali? Penso proprio siano psicologi, che hanno così la loro vendetta. Vendetta anche sui loro colleghi psichiatri che magari leggono di nascosto in bagno “Come farla venire veramente senza che finga ogni volta come una stronza, in 10 lezioni” .
Tu avrai il rispetto e tanti pazienti, io ho venduto 10.000 copie, tiè!

Volete a questo punto il mio consiglio professionale per farlo o farla impazzire a letto? Per carità, lascio la parola a due veri esperti.

http://www.youtube.com/v/gHa3Nt3B96E

P.S. Non perdetevi l’ultimo consiglio di Rocco.

In contemporanea su MenteCritica


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

Capita molto spesso a noi psicologi di domandarci qual è il nostro ruolo nel mondo, soprattutto quando, durante un’amabile conversazione e la dichiarazione pubblica della nostra specializzazione, ci viene chiesto di dare significato ad un sogno ricorrente che affligge il nostro interlocutore.
Cinque anni di studio, una laurea dopo 25 esami, compresi quelli di Statistica, Logica, Intelligenza Artificiale e Fondamenti Anatomo-fisiologici dell’Attività Psichica, magari un’analisi personale di minimo quattro anni, corsi di specializzazione e forse siamo buoni appena appena come consulenti per il Banco Lotto.

Non importa, io mi diverto a queste domande, in fondo li puoi sempre scandalizzare andando giù pesante con la simbologia sessuale. “Eh, signora mia, se lei sogna sempre di essere in un campo di cetrioli vuol dire…”

Dovremmo in teoria essere coloro che raccontano i misteri della mente e aiutano gli altri a stare meglio con loro stessi ma qui non siamo in America, dove siamo tenuti in considerazione e rispettati. l’Italia clerico-fascista ci ha sempre visto come una specie di strumento del demonio demoplutogiudaicomassonico. Capita addirittura che, nel paese dei maghi, degli astrologi e delle cartomanti ad un euro e cinquanta al minuto ci dicano che la psicologia non è una scienza riconosciuta.

Con gli psichiatri è partita persa in partenza, come quando c’era Moggi. Con le loro pillole hanno sempre ahimé la soluzione migliore e poi loro curano i matti veri, non quelli che hanno solo le paturnie. Nonostante questa indiscussa superiorità sul campo non capisco perché quando ti scappa un “collega”, loro e tutta la casta medica dal proctologo all’ortopedico per la verità, ti guardano con quella faccia schifata e corrono a lavarsi le mani. Sembrano dirti che loro sono dottori, noi dottori del cazzo.

A proposito, quando vado in libreria e mi aggiro nel settore “Manuali”, mi sento ancora peggio che dopo un coming out con un collega medico.
Come possiamo competere con la psicologia fai-da-te, la manualistica (da mano?), ovvero la Psicologia Pugnettistica? Funziona così: compri il libro, ne discuti tra te e te e ti togli il pensiero.

Si contano ancora i danni provocati dai libri che inneggiavano all’Orgasmo Multiplo e alla ricerca del mitico Punto G, con orde di infelici che poi venivano perfino da noi psicologi credendo di essere degli anormali non avendolo trovato ma non importa, ci sarà sempre un nuovo manuale da consultare. Qualche esempio a caso, con il sesso che la fa da padrone, ovviamente:

“203 modi per farlo impazzire a letto”, “Unico corso avanzato per farlo impazzire a letto (L’)” (ci sono anche la versioni al femminile), “Perchè gli Uomini Vengono Così in Fretta e le Donne Fanno Sempre Finta”, “Sexploration – Giochi proibiti per coppie. Istruzioni per l’uso”, “Tanta, la via dell’Estasi Sessuale”.
Il tuo lui o lei ti ha lasciato e ti senti di merda? “Come Riconoscere l’altra Metà della Mela Evitando il Bruco. Prevenzione e cura delle fregature sentimentali”.
“Vicini di Cuore – Parole, sesso ed emozioni: manuale di manutenzione dell’amore” (proprio così, manutenzione, come la caldaia), “Fallo felice. Da donna a donna: tecniche esplicite per farlo impazzire sul pavimento, sul tavolo di cucina, o più semplicemente a letto”.

Ci sono poi manuali che insegnano a vincere la timidezza, ad avere successo, a conquistare i colleghi di lavoro, a combattere i colleghi di lavoro, ad avere la meglio sui superiori. Ogni problema costa dai 10 ai 15 euro.
Chi scrive questi manuali? Penso proprio siano psicologi, che hanno così la loro vendetta. Vendetta anche sui loro colleghi psichiatri che magari leggono di nascosto in bagno “Come farla venire veramente senza che finga ogni volta come una stronza, in 10 lezioni” .
Tu avrai il rispetto e tanti pazienti, io ho venduto 10.000 copie, tiè!

Volete a questo punto il mio consiglio professionale per farlo o farla impazzire a letto? Per carità, lascio la parola a due veri esperti.

P.S. Non perdetevi l’ultimo consiglio di Rocco.

In contemporanea su MenteCritica


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

Flickr Photos

Blog Stats

  • 96.894 hits

Categorie