You are currently browsing the category archive for the ‘rula jebreal’ category.

Mannaggia, proprio la sera che sono troppo stanca per guardare “Anno Zero” ne succedono di tutti i colori.
Berlusconi si offende ed invoca per l’ennesima volta l’editto bulgaro perchè Travaglio ha parlato di lui, dell’avvocato Mills e del rinvio a giudizio. Dice che voleva intervenire in diretta ma gli hanno buttato giù il telefono. Qualcuno lo avverta che non è più il presidente del consiglio e che “Il processo del lunedì” è stato cancellato.

Il clou della serata però, mi dicono, è stato quando la voce in sottofondo di uno degli ospiti ha rivolto all’indirizzo di Rula Jebreal un certo complimento.
Rula stava – diciamolo – frantumando i maroni con uno schiaccianoci a Tonino Di Pietro che in quel momento avrà senz’altro rimpianto il suo amico Clemente.
Grazie al blog di arca ho potuto vedere il filmato galeotto.
Non si sente benissimo ma una voce dice: “E’ una gnocca senza testa, quella ragazza…” o qualcosa di simile. A me sembra Travaglio, ma altri sostengono trattarsi di Brunetta dei Ricchi o dell’altro giornalista ospite, Facci(ride).
Forse interpellando gli esperti dell’accademia FBI di Quantico o magari più modestamente il RIS di Parma si potrà svelare il mistero della voce dall’oltretomba. Magari facendo scorrere il nastro all’indietro potrebbe comparire qualche messaggio satanico mescolato ad una canzone di Orietta Berti.
Per tutto il giorno si è fatto notare come la battuta sia di un orrendo maschilismo, si sono tirati in ballo Putin, Aznar ecc. Dai ragazze, se il malcapitato avesse detto “è una racchia con una gran testa” ci saremmo offese lo stesso.

Le cose forse stanno diversamente. In realtà Travaglio e Facci, annoiati dalla trasmissione, stavano sfogliando e commentando a microfono aperto una rivista porno: “E’ una gnocca senza pelo, questa ragazza”.

Mah, qualcuno dirà che sono ben altri i problemi del mondo. Intanto il Caravaggio dei poveri ha realizzato, a commento della notiziola, un altro dei suoi dipinti, “La vendetta della gnocca”.
Per la serie maschilismo sfrenato, segnalo infine il menù della bruschetteria dove sono stata a mangiare l’altra sera che, tra le “spianate”, ne offre una dal nome inequivocabile: “Patacca senza pelo”. Come volevasi dimostrare.

Annunci

Flickr Photos

Blog Stats

  • 85,876 hits

Categorie